Cittadine digitali consapevoli e attive

di Fiorella De Cindio

cittadineViviamo nell’era digitale ed è importante una maggiore familiarità con le nuove tecnologie: la partecipazione è l’essenza di una moderna democrazia, una democrazia dell’era digitale, in cui noi cittadine dobbiamo essere protagoniste delle scelte che ci riguardano e sono le forme e i modi della comunicazione che plasmano le forme della democrazia. Anthony Giddens nel 1999 ha definito la democrazia “uno sgabello a tre gambe : governo ( settore pubblico, PS, istituzioni), economia ( settore privato , economia, mercato)e società civile ( cittadini e società civile, associazioni no profit) che devono essere bene in equilibrio” e c’è la necessità di trasporre questo equilibrio nel mondo globalizzato in cui le relazioni si instaurano sempre più “in rete”.

Ormai le nuove tecnologie digitali fanno parte della nostra quotidianità, cambiano il tempo e lo spazio. Usare uno strumento ( pc, smartphone, tablet) ci permette di accedere al mondo dei servizi pubblici e privati, non solo essere informati, ma anche poter commentare l’informazione fornita.

Fra i “lead users” che anticipano l’innovazione, le cittadine sono ancora troppo poche e ancora meno le donne over 60 anche in ragione della minor conoscenza e dimestichezza con la tecnologia informatica.

(tratto da Quaderno n.1 “ Donne che hanno la fortuna di invecchiare “ Associazione DONNE IN)

 

DONNE IN

"Perché invecchiare diventi davvero una fortuna."